Le Regole del Gioco
A Il Paziente Responsabile

Author: Gianpiero Pescarmona
Date: 09/05/2010

Description

Per muoversi nel campo infinito della malattia e della salute occorre preliminarmente definire alcuni concetti su cui essere d'accordo e che servano per avere un linguaggio comune.

Definizione di:

  • Salute
  • Sintomi e Malattia
    • Cause della Malattia
    • Cura della Malattia
      • Farmaco
      • Dieta
  • I Sistemi Sanitari
    • Lo spezzatino del malato
      • il DRG
    • Chi cura chi? Pubblico e privato

Descrizione dei sistemi viventi

  • Energia

Tutto il contenuto e i testi di questo sito possono essere modificati, su motivata richiesta, al fine di renderli più universalmente validi e comprensibili

Proponi nuove voci o modifiche che ritieni interessanti scrivendo a gianpiero.pescarmona@unito.it

Comments
2015-01-23T10:16:13 - Gianpiero Pescarmona

Non facciamone una malattia

Mens Sana in Corpore sano o Corpus sanum in mente sana?

Continuiamo ad ammalarci. Nonostante vaccini e medicine, non siamo diventati invulnerabili. Malattie vecchie e nuove, disturbi gravi o soltanto fastidiosi sembrano fasi pernacchie del progresso. Sempre più persone nel mondo sono afflitte da malattie del benessere, causate proprio da quella modernità che ci vorrebbe sempre sani (?) e pronti a tutto. Per varie ragioni, la lista delle patologie vere o presunte sembra allungarsi ogni giorno. E un sistema basato su ritmi di produzione e consumo inarrestabili, in stretta collaborazione con le multinazionali farmaceutiche, alimenta l’ansia, spingendoci a considerare anche il più lieve disagio come un impedimento che va stroncato prima possibile. Se siamo ipocondriaci, perfino una banale influenza diventa preludio di una sciagura. Anelando a realizzare i miti dell’efficienza assoluta - e obbligatoria - e della felicità permanente, il legittimo desiderio di stare bene si trasforma in apprensione continua, nell’incapacità di sopportare anche un banale fastidio, rendendoci, di fatto, sempre più vulnerabili (per fortuna analgesici e ansiolitici sono ormai venduti in formato famiglia). Non consideriamo molti malesseri per quello che spesso sono: segnali da interpretare, eventi naturali – l’equilibrio vitale è instabile - magari non desiderabili, ma a volte utili, poiché ci indicano che è il momento di fermarsi e riflettere: forse non siamo noi a essere inadeguati, ma il sistema di vita che è inumano; forse potremmo fare scelte diverse, invece di subire e perpetuare una follia imposta; forse il significato dell’esistenza non lo ricaviamo dalla frenesia e dal possesso, ma ci rendono così dipendenti e timorosi che preferiamo sgradevoli certezze a gratificazioni da conquistare; siamo così addestrati a essere ingozzati di stimoli e merci, che i momenti di pausa e riflessione non ci rigenerano, ma ci inquietano… Quando inventeranno un vaccino contro la paura?

Paolo Piazza

AddThis Social Bookmark Button